piumini woolrich corto

Riforma della scuola

La riforma della scuola è legge piumini woolrich corto. Dopo il voto di fiducia sul maxiemendamento al Senato dello scorso 25 giugno, il ddl ha incassato l’ok definitivo della Camera con 277 sì, 173 no e 4 astenuti. Il via libera alla “Buona scuola” è arrivato tra le proteste dentro e fuori l’aula di Montecitorio. Spaccatura anche nel Pd, con 24 onorevoli che non hanno votato.

Cosa cambia Già dal prossimo settembre la scuola cambierà dunque i suoi connotati. In particolare saranno assunti 100mila nuovi prof piumini woolrich corto. Di questi, una parte andranno a occupare i posti comuni, una parte saranno assegnati al sostegno e un’altra parte al potenziamento dell’offerta formativa. Ma cosa cambierà realmente quando gli studenti varcheranno la soglia della propria aula il prossimo settembre?

L’esercito dei prof Il piano assunzioni prevede diverse fasi. Tutti gli altri verranno assunti nel corso dell’anno con decorrenza giuridica dal 1 settembre 2015, ma con decorrenza economica dall’effettiva presa di servizio”. In poche parole, l’anno 2015 16 sarà un anno di transizione, in cui a poco a poco verranno inseriti i quasi 100mila professori dell’organico dell’autonomia.

I prof e gli ambiti territoriali Dopo quest’anno di transizione, comincerà la nuova organizzazione del lavoro dei prof piumini woolrich corto. Gli assunti della Buona Scuola (tutti e 100mila, senza differenze) entreranno a far parte degli ambiti territoriali che il Miur dovrà definire entro il 30 giugno 2016. Le scuole dovranno determinare nel nuovo piano dell’offerta formativa di durata triennale le proprie esigenze e individueranno quindi gli insegnanti di cui ha bisogno dall’ambito territoriale. Nel corso dell’anno “di mezzo” 2015 16, spiega Rembado, ogni istituto dovrà “provvedere al Pof tradizionale di durata annuale e, nello stesso tempo, mettere a punto il Pof triennale. Questa messa a punto sarà fatta in modo che in seguito al 30 giugno 2016, quando sarà fatta la determinazione degli ambiti territoriali di cui farà parte l’organico, ogni istituto potrà individuare gli insegnanti che servono per i propri obiettivi didattici e formativi per i prossimi 3 anni”.

I nuovi prof del potenziamento Si è parlato molto dei prof del cosiddetto “organico funzionale”, ma Giorgio Rembado chiarisce che non c’è stata una vera e propria codificazione in questo senso. Tuttavia, parte dei 100mila nuovi professori andranno a coprire posti “di potenziamento dell’offerta formativa”. Questo vuol dire che si occuperanno di coprire le supplenze brevi, ma anche i corsi di recupero o il sostegno ai ragazzi stranieri, mano a mano che entreranno nelle scuole durante l’anno. Non avranno una cattedra tutta per loro. “Stiamo parlando di una cosa non ancora sperimentata sostiene Rembado bisogna andare un po’ più in là per non cadere in pregiudizi o luoghi comuni prima che possano essere sperimentate le nuove modalità di organizzazione del lavoro”. Come dice il presidente dell’Anp, non ci saranno differenze contrattuali tra chi occuperà i posti comuni e chi occuperà i posti di potenziamento dell’offerta formativa piumini woolrich corto. La valorizzazione degli insegnanti dipenderà quindi dall’utilizzo e dall’organizzazione del loro lavoro da parte delle scuole.

Nuovi prof e vecchi prof Piuttosto, fa notare Rembado, “una differenza significativa resta tra i docenti titolari secondo le vecchie regole e i nuovi docenti che verranno individuati dalle scuole dagli ambiti territoriali” piumini woolrich corto. Infatti, mentre i primi rimangono legati all’istituto, i nuovi assunti della Buona Scuola faranno parte degli ambiti territoriali e verranno assegnati alle scuole secondo le indicazioni del Pof triennale. In teoria, in caso venga meno l’esigenza del loro lavoro e il Pof sia modificato in questo senso, potranno essere soggetti a un cambio di sede. Se questo non avviene, tuttavia, potranno rimanere a insegnare nello stesso istituto.

woolrich bologna spaccio telefono

ricoverato bimbo di 8 anni

Un bimbo di 8 anni, di Livorno, è stato ricoverato ieri all’ospedale Meyer di Firenze per meningite woolrich bologna spaccio telefono. Le sue condizioni, considerate fino a qualche ore fa gravi, adesso sembrano essere migliorate e il bambino è fuori pericolo.

Le ultime vittime Il nuovo caso segue i due decessi di ieri, sempre per meningite, di due donne in Toscana, uno a Firenze di tipo C e il secondo a Livorno dov’è deceduta, un mese dopo il ricovero, Lilia Agata Caputo, 64 anni, ex insegnante originaria di Rimini, ma residente a Viareggio (Lucca). A Firenze invece è morta una romena di 45 anni: per questo secondo caso la Usl Toscana Centro ha fatto scattare un piano di profilassi generale dopo aver scoperto il locale notturno del capoluogo toscano dove la paziente si è recata l’ultima volta prima di essere ricoverata in ospedale.

I casi in Toscana Quanto ai due decessi avvenuti in poche ore, allungano la lista dei morti per meningite nella regione: ora sono saliti a sette i morti in Toscana nel 2016, di cui sei per il ceppo C, mentre nel 2015 sono stati sette (sei di ceppo C e una di ceppo B). Questi due episodi mortali vanno differenziati woolrich bologna spaccio telefono. Il caso di Lilia Agata Caputo, spiega la Usl Toscana Nord ovest, “non può essere messo in relazione con i casi di meningite di tipo B o C registrati negli ultimi mesi in Toscana”, perché, sostiene sempre la Usl, “la patologia riscontrata non è contagiosa e non deve essere confusa con quella di origine meningococcica per la quale l’Igiene Pubblica prevede l’offerta di una profilassi antibiotica a tutti coloro che negli ultimi giorni hanno avuto contatti stretti e prolungati o in ambiente chiuso con il soggetto in questione woolrich bologna spaccio telefono. Non vi sono quindi per questa vicenda precauzioni da prendere in nessun ambito”, spiega ancora l’Usl woolrich bologna spaccio telefono. Si trattava infatti di un caso di meningite pneumococcica. L’ex insegnante è morta nel reparto di rianimazione di Livorno per “complicanze tardive, imprevedibili e non prevenibili, di natura vascolare a seguito di una meningite cerebrite pneumococcica”.

L’appello dei medici Nel pomeriggio di ieri, a Firenze, invece la Usl Toscana Centro ha fatto un appello perché si sottopongano a profilassi antibiotica, su prescrizione medica, i frequentatori del locale ‘Winter Suite’ in lungarno Aldo Moro dove nella nottata fra il 12 ed il 13 novembre 2016 la 45enne era stata. L’appello, dice la Usl, vale solo per chi è stato nel locale quella sera. La paziente è morta all’ospedale di Santa Maria Nuova di Firenze dove è stata ricoverata al pronto soccorso in condizioni gravissime. Dagli accertamenti svolti dai sanitari è stata confermata la diagnosi di sepsi da meningococco di tipo C. Di qui la necessità di una profilassi allargata a tutti coloro che hanno avuto contatti con la 45enne woolrich bologna spaccio telefono.

woolrich outlet bologna orari

Riaprono le aule nel container di Empoli e si spendono 70mila euro

Saranno spesi 70mila euro per riutilizzare le aule danneggiate dal fuoco nel grande container allestito nel 2008 in una modalità che da provvisoria è diventata permanente. E i soldi che ora si è deciso di spendere lo dimostrano al cento per cento. Un futuro di studio tra le lamiere, con il caldo a primavera e il freddo d’inverno, in una struttura che gli stessi insegnanti alcuni anni fa avevano contestato duramente. Ecco l’ambiente in cui studieranno i ragazzi dell’Ipia che proseguiranno il loro percorso scolastico da un’emergenza a un’altra dimenticandosi il gusto di un’aula, di un posto fisico, che li accolga e li sostenga a tutto tondo.

La filosofia dell’emergenza è quella che anche questa volta l’Unione e la Città metropolitana hanno prediletto. Altro che progettazione di un nuovo polo scolastico woolrich outlet bologna orari. Convinta della bontà della ristrutturazione pare, invece, il delegato dell’Unione per l’istruzione Simona Rossetti: Ne abbiamo parlato e abbiamo deciso d’investire in quella struttura, che potrà nuovamente ospitare i ragazzi, quando saranno completate tutte le procedure woolrich outlet bologna orari. In poche parole, quando le aule verranno recuperate, i ragazzi torneranno all’interno del prefabbricato, che sarà oggetto di un intervento importante. Al momento sono già stati realizzati lavori alla parte esterna per circa 30.000 euro; per la parte interna, invece, ne verranno spesi altri 40.000 euro, per un totale di 70.000 euro da investire nel container prefabbricato woolrich outlet bologna orari. D’altronde questi ragazzi condividono questo problema coi “colleghi” più piccoli della Santi Saccenti di Cerreto, anch’essi costretti chissà ancora per quanto a studiare nel prefabbricato allestito dietro la scuola media, in seguito ai danni provocati dal tornado del 19 settembre 2014.

La vicenda del container andato a fuoco è del maggio scorso: il fumo invase rapidamente i locali e i ragazzi corsero fuori assieme ai docenti e al personale. In 150 stavano facendo lezione in quel prefabbricato costruito sei anni prima che era diventata sede secondaria della stessa scuola per i corsi Ipia. L’evacuazione aveva riguardato anche gli altri ragazzi dell’istituto, circa un migliaio, che furono fatti tornare a casa. Secondo una prima ricostruzione, le fiamme sarebbero state provocate da un corto circuito partito da un quadro elettrico. Sull’incendio sta indagando la magistratura e il container è stato messo sotto sequestro.

Una decisione quella d’investire sul container che cozza decisamente con la realizzazione del polo scolastico, sempre in via Sanzio, che è stato auspicato più volte anche dal sindaco di Empoli Brenda Barnini. Si spende di nuovo e una cifra importante su una struttura che doveva essere già chiusa. Mentre il progetto d’ampliamento del polo, al momento, si trova in una fase più che preliminare.

L’intervento più cospicuo e costoso interesserà l’Enriques di Castelfiorentino, dove verrà sostituita la copertura d’amianto, per una spesa di un milione di euro. L’intervento è in fase di gara mentre sono già stati spesi circa 115.000 euro per i lavori alla centrale termica, della piscina e della scuola, che sono in fase di completamento. Al Ferraris, invece, da cominciare la sostituzione e lo spostamento delle unità del trattamento aria. Al terzo piano sono stati fatti gli interventi di riqualificazione delle aule che, così, possono tornare utilizzabili. Il prefabbricato verrà rimesso a posto per aule didattiche. Qui si prevede una spesa di 140.000 euro. E’in fase di progettazione, invece, la copertura del tetto in via Cavour per quanto riguarda l’istituto Virgilio. I lavori dovrebbero iniziare nel prossimo mese di giugno, con un costo di 800 woolrich outlet bologna orari.000 euro. In via Fabiani sono già spesi circa 120.000 euro mentre il prossimo intervento riguarderà la sostituzione degli infissi. Nel totale verranno spesi oltre due milioni di euro per tutti i lavori che interesseranno le scuole di Empoli e Castelfiorentino woolrich outlet bologna orari. La questione dei plessi scolastici è stata dibattuta alla presenza dei componenti della III Commissione Consiliare permanente “Istruzione pubblica e patrimonio scolastico” dell’Unione dei Comuni, Laura Rimi, Valtere Evangelista e Marco Padovani, riunitasi giovedì 11 febbraio, dove è stato fatto un aggiornamento sulla situazione dei plessi scolastici dell’Empolese/Valdelsa. Il sindaco di Cerreto Guidi, Simona Rossetti, delegato all’ istruzione per l’Unione dei Comuni, è intervenuto dopo aver avuto nei giorni scorsi un incontro con Giampiero Mongatti consigliere delegato della Città Metropolitana all’edilizia scolastica e con i tecnici della Città metropolitana.